L’acquamarina è una pietra preziosa che prende il nome dal colore dell’acqua di mare. È infatti la rappresentante blu-blu-verde della famiglia dei berilli di cui fa parte anche lo smeraldo. Leggendo questo articolo imparerai tutto quello che c’è da sapere su questa bellissima pietra. Ti spiegherò proprio tutto, dalle caratteristiche fisiche della pietra sino al suo valore.

Caratteristiche chimiche e fisiche

Cominciamo subito con una tabella. Troverai qualche definizione un po’ tecnica, quindi se non ti piacciono le terminologie scientifiche, passa pure alla sezione successiva.

NomeAcquamarina
E’ una varietà diBerillo
VarietàBerillo azzurro
Cristallografia Esagonale
Indice di rifrazione1.567-1.590
Colori Da azzurro a azzurro-verde.
Lucentezza Vitrea.
Durezza 7.5 – 8
Peso specifico2.66-2.80
Birifrangenza 0.005-0.007
Dispersione0.014
LuminescenzaNone.
TrattamentiPuò essere trattata termicamente per rimuovere la tinta verde. Molto comune, non rilevabile.
Transparenza Può essere sia trasparente che opaca. Cambia di conseguenza il valore.
Formula chimicaBe3Al2Si6O18 + Fe
EtimologiaFrom the Latin aqua marina  for “sea water,” in allusion to the color.
InclusioniTubi lunghi e cavi, cristalli negativi. Inclusioni bifase e trifase.

Quanto costa l’acquamarina?

Ecco l’argomento che ti interessa! Vediamo quanto vale questa splendida pietra azzurra.

Poiché un’acquamarina è disponibile anche come pietra di grandi dimensioni, non c’è un aumento esponenziale del valore per carato all’aumentare delle dimensioni stesse.

Un’acquamarina da 10 carati varrà lo stesso prezzo per carato di una gemma di pari qualità da 5 carati.

Il prezzo della gemma dipende dalla chiarezza, dalla profondità del colore e, in misura minore, dalla purezza del colore.

Acquemarine più piccole (sotto i 5 carati) di buona qualità si possono trovare a prezzi intorno ai 100-250 € al carato.

Le pietre azzurre-blu-verdastre di solito hanno un prezzo nella parte inferiore della gamma, a meno che la saturazione del colore non sia particolarmente buona. È insolito trovare un azzurro più intenso in un’acquamarina sotto i 5 carati.

Le pietre più grandi tendono ad avere un colore più profondo a causa del percorso di luce più lungo, e troverai prezzi notevolmente più alti come conseguenza del plus che ha la pietra sia per il colore che per le dimensioni.

I prezzi per le acquemarine più grandi vanno da circa 300€ a 600€ per carato.

Si possono trovare anche pietre più pregiate grazie alla splendida colorazione con prezzi intorno ai 1000€ al carato.

Acquamarina

Il colore dell’acquamarina

Questa varietà di berillo deve la sua colorazione a tracce di ferro. Le sue tonalità possono variare dall’azzurro-verde all’azzurro intenso quasi blu. Possono variare da molto chiare a moderatamente scure.

Raramente si vede una pietra d’acquamarina più scura di un topazio blu

A causa del colore e del nome dell’acquamarina, questa pietra nelle culture occidentali ha un folklore fortemente legato al mare.

Viene considerata la pietra che protegge i marinai ed i pescatori, ma anche i viaggiatori in generale.

Questa gemma non è l’unica con questo colore. Se ricordi avevo già scritto un articolo “raccolta” descrivendo quali sono le più famose pietre preziose blu.

Il taglio della pietra

Quando si taglia l’acquamarina, l’aspetto primario che si tiene in considerazione è l’intensità del colore. I tagli profondi, come i Barions e i tagli a smeraldo, sono di solito preferiti.

I tagliatori prestano attenzione per ottenere la massima brillantezza partendo sin dal padiglione. Angoli della corona bassi produrrebbero una maggiore brillantezza, ma spesso si usano corone più alte per approfondire il colore.

La famiglia di pietre preziose dei berilli, compresa l’acquamarina, sono alcune delle gemme più facili da lucidare.

La lucidatura a diamante è il metodo più comune. Una lucidatura di alta qualità può dare alle acquemarine chiare una brillantezza così grande che potrebbero essere confuse con le gemme a più alto indice di rifrazione (RI).

Anche con una dispersione moderata di 0,014, le pietre chiare con angoli della corona elevati mostreranno bene i loro colori spettrali.

Questo rende l’acquamarina una gemma eccezionale.

Mentre il valore più alto va alle pietre con colori più intensi, un acquamarina chiara ben tagliata può essere uno degli esempi più spettacolari di sfaccettatura delle gemme nel mondo.

Acquamarina pietra tagliata
Aquamarina pietra tagliata

Caratteristiche identificative

Inclusioni

Le inclusioni sono una caratteristica importante di questa gemma.

Il berillo, e la pietra di acquamarina in particolare, sono noti per avere tubi lunghi e cavi come inclusioni distintive. Infatti questa caratteristica distintiva identifica una gemma come appartenente alla famiglia del berillo.

Può avere inclusioni trasparenti e metalliche, come la biotite, l’ematite, l’ilmenite, la flogopite, la pirite e il rutilo nei cristalli scheletrici.

Può anche contenere cristalli di apatite, cassiterite, epidoto, granato, muscovite, quarzo e tormalina.

Alcune pietre contengono “stelle di neve”, goccioline liquide di forma irregolare in formazione stellare. La famosa acquamarina Martha Rocha ha notevoli inclusioni di “stelle di neve”.

Occhi di gatto e pietre stellari

Con un numero sufficiente di inclusioni di tubi cavi e un taglio adeguato, una pietra di acquamarina può mostrare gatteggiamento e persino asterismo.

I collezionisti apprezzano molto L’acquamarina a occhio di gatto. I loro prezzi si avvicinano molto a quelli delle gemme pulite e sfaccettate con la stessa colorazione.

L’acquamarina a stella sono ancora più rare degli occhi di gatto e possono portare la gemma a prezzi davvero alti.

Acquamarina, la pietra sintetica

Anche questa splendida pietra azzurra può essere sintetizzata. Solo i laboratori di gemme specializzati possono distinguere le acquemarine naturali da quelle create in laboratorio.

Trattamenti

La maggior parte degli esemplari di acquamarina esce dal terreno con una tinta verdastra. Tuttavia, questo scompare dopo il riscaldamento a 375° C, che lascia un colore azzurro/blu puro.

La rimozione della colorazione verde dell’acquamarina attraverso il trattamento termico è molto comune. In passato, questo veniva fatto di routine.

Oggi, un pubblico più sofisticato ed informato ha iniziato ad apprezzare le acquemarine leggermente verdi, non trattate.

Tuttavia, distinguere questo processo di riscaldamento si rivela impossibile. Pertanto, i compratori e grandi commercianti di gemme descrivono qualsiasi acquamarina blu pura come “probabilmente trattata termicamente”.

Maxixe

Negli anni ’70 è apparso sul mercato Maxixe (si pronuncia mah-SHE-she), un’acquamarina di colore blu molto scuro.

Tuttavia, il colore di questo prodotto irradiato non è stabile. Anche se queste pietre sono per lo più scomparse dal mercato, se ti viene offerta un’acquamarina di colore blu molto intenso, fai attenzione.

È possibile distinguere il Maxixe da un acquamarina naturale per la sua mancanza di pleocroismo. Le acquemarine naturali hanno un distinto dicroismo blu e incolore.

D’altra parte, il Maxixe non ha pleocroismo. Se visto da qualsiasi angolazione, mostra solo il blu.

Anche lo spettro di assorbimento dell’acquamarina naturale e del Maxixe sono diversi. Con uno spettroscopio, vedrete una linea stretta a 6950, una linea forte a 6540, e linee deboli a 6280, 6150, 5500 e 5810. Questo si differenzia notevolmente dallo spettro dell’acquamarina naturale, che ha una banda larga a 4270 e una banda diffusa a 4560.

Si può anche distinguere un’acquamarina Maxixe da una pietra naturale con il dicroscopio. Entrambe le finestre rimangono blu quando si osserva un Maxixe. Al contrario, una finestra dovrebbe essere incolore o giallo pallido quando si osserva un esemplare non trattato.

Dove si estrae l’acquamarina?

Il Brasile è la principale fonte al mondo di pregiate gemme di questa varietà di berillo azzurro. Le località includono Minas Gerais, Rio Grande do Norte, Ceara e altre.

Il Madagascar ha più di 50 località specifiche che producono materiale pregiato di gemme azzurre/blu.

Altre zone degne di nota per l’estrazione di acquamarina sono le seguenti:

  • Stati Uniti: San Diego County, California (non molto materiale di qualità gemmologica); Mt. Antero, Colorado; Connecticut (alcune gemme); Maine; North Carolina.
  • Australia: Mt. Surprise, North Queensland (poca roba).
  • India: Karur, Madras e Kashmir (colore azzurro medio).
  • Namibia: Rossing (in pegmatiti).
  • Nigeria: Jos (materiale abbondante, un po’ di colore chiaro).
  • Russia: Miniera di Mursinsk (e altre località).
  • Afghanistan; Cina; Mozambico; Myanmar; Pakistan; Sri Lanka; Vietnam; Zimbabwe.
Miniera di acquamarina in Brasile

Quanto è grande una pietra di acquamarina?

Troverai acquemarine disponibili in una notevole gamma di dimensioni. I lapidari hanno tagliato gemme che pesano diverse centinaia di carati. Troppo grandi per essere indossate!

In pegmatiti si trovano cristalli di berillo del peso di molte tonnellate, ma non sono mai di qualità gemmologica.

Tuttavia, le acquemarine possono essere molto grandi ed essere ancora di qualità gemmologica.

Un cristallo di berillo degno di nota, di colore blu-verde, è stato trovato in Marambia, Teofilo Otoni, Brasile. Questo prisma irregolare, trasparente da un capo all’altro, misurava quasi 47cm di lunghezza e 40cm di diametro e pesava quasi 110 kilogrammi.

La famosa acquamarina Martha Rocha, trovata in Brasile, pesava 60 kilogrammi e ha prodotto più di 300.000 carati di superbe gemme azzurre per gioielleria. Un cristallo ancora più grande trovato nel 1910 pesava 103 kilogrammi ma produsse solo 200.000 carati di gemme tagliate.

Come prenderti cura di questa pietra preziosa

Un’acquamarina non richiede particolari cure, anche se usata tutti i giorni.

Da tener presente però che le inclusioni all’interno dell’acquamarina potrebbero non reagire bene alle tecniche di pulizia meccanica come gli ultrasuoni o il vapore, aumentando il rischio di rompersi.

Consulta prima un gemmologo per conoscere se le tue gemme possono resistere a questi metodi di pulizia.

Naturalmente, è sempre possibile utilizzare una spazzola morbida, un detergente delicato e acqua calda per pulire le acquemarine in modo sicuro.

Guida all’acquisto di gioielli con acquamarina. I 10 aspetti chiave da valutare

Stai pensando di acquistare un gioiello con un’acquamarina?

Allora prima di tirare fuori il portafoglio segui questi 10 consigli.

Cerca anche il colore blu-verde

Il colore è un fattore di primaria importanza nella classificazione dell’acquamarina. È tipicamente azzurra con una tonalità verdastra o turchese.

Gli esperti di gemme preferiscono un’acquamarina con colore uniforme. In altre parole, non si dovrebbero vedere macchie di colore più chiare o più scure all’interno della gemma.

Scegliere una gemma chiara

La maggior parte delle acquemarine commercialmente vendute non hanno imperfezioni o marcature (chiamate inclusioni) che si possono vedere ad occhio nudo.

A meno che non tu non stia acquistando un gioiello con l’intento di avere proprio un’acquamarina grezza e non lucidata, allora dovreste cercare una gemma chiara e traslucida.

Cerca una pietra tagliata bene

Il taglio di un’acquamarina determina sia la sua forma, sia quanto brilla. Pertanto, un’acquamarina che ha una buona lucentezza è di solito ben tagliata.

I tagliatori di gemme professionisti amano l’acquamarina perché può essere tagliata in quasi tutte le forme.

Detto questo, i tagli ovali e i tagli rettangolari tipo smeraldo sono i più popolari in gioielleria per questa pietra.

Acquamarina. Cerca una pietra grande!

Se stai pensando di acquistare un anello con acquamarina, oppure un altro gioiello con questa splendida pietra azzurra, sappi che più grande è la pietra che acquisterai, maggiore sarà il rapporto qualità-prezzo.

Perché?

Ne abbiamo già parlato prima ma vediamo meglio.

Per esempio, confrontiamo l’acquamarina con lo smeraldo. Come parte della famiglia del minerale berillo, ho già detto che l’acquamarina è imparentata con lo smeraldo verde.

Però mentre i cristalli di smeraldi sono piccoli e difficili da trovare senza imperfezioni (il che li rende costosi nelle grandi dimensioni), i grandi cristalli di acquamarina sono facili da trovare in qualità cristallina gemmologica.

Questo significa che le gemme di acquamarina non aumenteranno esponenzialmente in valore per carato come le altre gemme tendono a fare.

In altre parole, un’acquamarina da 1,50 carati avrà più o meno lo stesso valore (al carato chiaramente) di una gemma da 0,30 carati della stessa qualità.

Quindi vale sempre la pena di considerare un pezzo grande se ce lo possiamo permettere.

Un bel regalo da fare a marzo o per il 9° anniversario

L’acquamarina è la pietra natale dei nati nel mese di marzo e rappresenta il segno zodiacale dei Pesci. È anche la gemma ufficiale del 9° anniversario.

Questa si che è una bella idea per un regalo… prezioso!

Dove si estrae questa pietra?

Abbiamo già visto che la migliore acquamarina viene dal Brasile.

Il commercio di gemme brasiliane è in gran parte artigianale e il governo limita l’estrazione meccanizzata per proteggere le tribù locali e l’ambiente.

Assicurati sempre di scegliere gemme etiche e non provenienti da zone di conflitti acquistando l’acquamarina da gioiellieri che rispettano il Codice Etico Gemmologico.

Scegli un anello di fidanzamento in acquamarina con un’incastonatura robusta

L’acquamarina è splendida negli anelli. Tuttavia, si colloca all’8° posto nella scala Mohs della durezza dei minerali, il che significa che è meno resistente dei diamanti o degli zaffiri.

Se la scegli per un anello di fidanzamento, sarà esposta all’usura quotidiana per tutta la vita. Pertanto, assicurati che la tua acquamarina abbia una robusta incastonatura in oro o platino per proteggerlo da urti e graffi.

Acquamarina come alternativa ai diamanti?

Se hai un budget più basso, l’acquamarina è una buona alternativa ai diamanti. Abbiamo già visto infatti che i diamanti possono avere prezzi alti al salire delle dimensioni

In primo luogo, queste gemme blu/azzurro chiaro offrono uno brillantezza mozzafiato, come fanno i diamanti.

In secondo luogo, si producono gioielli molto convenienti con gemme di grandi dimensioni, in modo da poter ottenere oggetti che appagano la vista dopo averli acquistati.

Infine, il loro colore azzurro pallido si adatta a quasi tutte le carnagioni, come i diamanti.

Controllare sempre la politica di restituzione e la garanzia

Dovresti sempre acquistare i gioielli con pietra preziosa da un negoziante o gioielliere conosciuto e che ti possa garantire che stai acquistando una pietra autentica.

Controlla anche le condizioni di garanzia e la politica di restituzione per coprire il tuo acquisto. Soprattutto se intendi acquistare un’acquamarina online.

Se acquisti un gioiello con acquamarina online, controlla sempre le misure

Non dimenticate di controllare attentamente le misure degli articoli quando ordini gioielli con acquamarina online.

Fallo con un righello, se necessario, per assicurarti che l’articolo sia della misura che desideri e per darti un’idea di come sarà quando lo indosserai.